Centri di R&S dermo-cosmetica

Centro di Ricerca e Sviluppo Pierre Fabre

crdpf2.jpgMettere a punto attivi innovativi

Integrati nel Centro di Ricerca e Sviluppo Pierre Fabre a Tolosa – Oncopole, i laboratori del polo Ricerca e Sviluppo Attivi dermocosmetici raggruppano ricercatori dal diverso know-how. Questa equipe ha lo scopo di identificare e mettere a punto attivi innovativi e in seguito di convalidare la loro efficacia per un utilizzo in dermo-cosmetica. Questa equipe collabora tra gli altri con L’Università Pierre e Marie Curie (Parigi VI) e il CNRS, nell’ambito di un’Equipe Mista di Ricerca insediata presso l’Osservatorio Oceanologico di Banyuls-sur-Mer.

Centro di Ricerca Pierre Fabre Dermo-cosmetica

vigoulet.jpg150 nuove formule ogni anno

Il Centro di Vigoulet-Auzil, vicino Tolosa, e l’atelier pilota di Soual hanno come mission lo sviluppo, dal laboratorio alla fase industriale, di prodotti rispondenti alle attese del mercato dermo-cosmetico e dei suoi clienti. Ogni anno sono sviluppate per la commercializzazione circa 150 formule che rispondono alle più severe promessa.

Centro di Ricerca sulla Pelle

centre-recherche-peau.jpg900 studi clinici all’anno

Il centro di Ricerca e Sviluppo Clinico situato presso l’Hôtel Dieu St Jacques a Tolosa ha come mission la comprensione della fisiologia della pelle normale e i meccanismi biologici, fisico-chimico e meccanici implicati nelle disfunzioni cutanee.  Comprende un Centro di Investigazione Clinica dove tecniche di analisi cutanea sono messe a punto e utilizzate per valutare i fenomeni clinici osservati nel corso degli studi, e un servizio di Cosmetovigilanza. Ogni anno sono realizzati quasi 900 studi clinici.

Laboratorio dell’Acqua

laboratoire-de-leau.jpgArricchire e condividere la conoscenza dell’acqua

Il Laboratorio dell’Acqua è stato inaugurato sul sito termale di Avène nel 2008: ha l’obiettivo di controllare la qualità dell’acqua termale di Avène (batteriologica e chimico-fisica), di contribuire alla sua conoscenza (dalla geologia alle sue attività farmacologiche), e infine di condividere questa conoscenza con un vasto pubblico, sia specialisti della salute, quali farmacisti, dermatologi, sia curisti o studenti.