09/05/2018

Smile for All: la seconda vita delle rimanenze di Pierre Fabre Oral Care

Le rimanenze rappresentano il 10% dei prodotti fabbricati e generalmente finiscono per essere distrutte. Per lottare contro questo evidente spreco, Pierre Fabre Oral Care ha avviato una collaborazione con la giovane società Phénix, che recupera le rimanenze per ridistribuirle a una rete di associazioni partner attraverso l’operazione “Smile for All”. Scopriamo da vicino l’operazione responsabile che ridona il sorriso. 

Lottare contro gli sprechi e regalare una seconda vita ai prodotti

Impegnato nella lotta contro gli sprechi, nel 2017 Pierre Fabre Oral Care ha lanciato l’operazione “Smile for All”, in collaborazione con Phénix, una start-up che inserisce le imprese responsabili in un percorso di economia circolare, rispondendo alle loro problematiche di riduzione degli sprechi e di recupero dei rifiuti.

 

“Smile for All” è un’operazione che si colloca perfettamente nell’ottica di sviluppo sostenibile del gruppo Pierre Fabre, e che offre una seconda vita ai prodotti destinati alla distruzione. Adesso il 100% delle rimanenze viene donato ad associazioni, anziché essere scartato o gettato nei rifiuti!

Le rimanenze rappresentano circa il 10% dei prodotti fabbricati. I motivi? Spesso, all’origine del ritorno della merce nei magazzini del Gruppo vi sono piccoli difetti, confezioni obsolete o l’arrivo di una nuova gamma. Vi si trovano spazzolini da denti per adulti e bambini, dentifrici, scovolini interdentali, collutori… indispensabili per una buona igiene orale. Pierre Fabre Oral Care ha pensato che questi prodotti potessero essere utili per le persone più bisognose.

“Smile for All”, una doppia vittoria

La collaborazione con Phénix è una vittoria per tutti! Il team Phénix recupera le rimanenze al centro di distribuzione del gruppo Pierre Fabre a Tolosa. In seguito, ne assicura lo stoccaggio nei magazzini per poi ridistribuirle ai vari enti di beneficenza partner.

Nel 2017 abbiamo restituito 3.700 sorrisi

Nel 2017, con Smile for All, oltre a ridurre il costo di stoccaggio e di distruzione, stimato attorno ai 24.000 euro, il marchio beneficia di un credito di imposta pari al 60% del valore sul prezzo di acquisto delle donazioni. Il restante 40% va a Phénix. Il marchio ha donato 69.621 prodotti a 10 associazioni locali per un valore di oltre 22.000 €. In totale... 3.700 sorrisi restituiti!